In questi anni ho accumulato una mole di storie vissute in prima persona o solo da comparsa, che mi sono state raccontate o che ho sentito di sfuggita. Ecco, ora sono il sedimento su cui poggio la costruzione della mia esistenza, e spesso mi chiedo come facciano a non uscire. Alcune sono storie bellissime, altre solo incubi orrendi. Sono vicende che mi è capitato di raccogliere sfiorando la vita degli altri. Ogni storia un fiore, o una spina.

Un giorno, lo so, mi esploderanno dentro e sarà un disastro.

O chissà.

Magari troverò il modo di raccontarle.

Annunci