Ho ritrovato una poesia di tanto tempo fa, quando mangiavo “pane e Dante” a colazione. Mi fa quasi tenerezza.

 

Che fatica vivere

quasi come scrivere

di te, e la mano trema.

– Appresso lo primo apparimento… –

La mente sfugge

e l’ultimo sguardo si perde.

L’enigma dei tuoi occhi

mi incatena.

Indimostrabile teorema.

Annunci