Il gioco degli inizi mi incatena. La possibilità di essere infinite cose in infiniti tempi. E modi. O di non essere nulla.

Così, anche quest’inizio è una scoperta. Pensieri evocano immagini, parole le riportano.

L’inizio come ricreazione, nel senso di una nuova creazione di sè. Sempre nuovi, è bello riconoscersi comunque, sempre noi.

Annunci